Auto ibrida: una scelta ecologica. L’auto ibrida conviene?

Il mercato dell’automobile è in continua evoluzione, e la macchina ibrida è una parte importante del futuro dell’automobilismo, tanto che il suo trend è in continua crescita in tutta Europa.
Il passaggio alla tecnologia ibrida è incentivato anche dai governi e dalle amministrazioni regionali. Chi sceglie un’auto ibrida può beneficiare di agevolazioni, spesso molto vantaggiose, come l’esenzione dal Bollo.
La convenienza di un’auto ibrida si misura anche in termini di incentivi statali e agevolazioni, come la possibilità di accedere liberamente e gratuitamente nelle ZTL e di bypassare i blocchi del traffico, a seconda della zona di residenza. 
Questi premi esistono per incentivare l’utilizzo dell’ibrido, perché nelle vetture ibride il motore elettrico affianca il tradizionale propulsore alimentato a benzina o a gasolio, permettendo un risparmio significativo in termini di carburante.
 Un veicolo ibrido, infatti, è un’auto che salvaguarda l’ambiente, riducendo i consumi e l’emissione di C02 rispetto alle automobili tradizionali.

Una tecnologia pulita ed ecologica

Per chi vuole rispettare l’ambiente, riducendo i consumi e l’emissione di gas inquinanti, l’auto ibrida è la scelta perfetta.
Questo perché il suo motore a combustione interna è supportato da un motore elettrico. Questo permette di trasformare l’energia di natura chimica del carburante in energia cinetica, caricare la batteria del motore elettrico, e recuperare energia durante la frenata rigenerativa. La tecnologia ibrida, inoltre, non riguarda solo l’aspetto ambientale, ma assicura anche un risparmio in termini economici.

  Guidare un’auto ibrida non significa solo dare un forte contributo alla riduzione delle emissioni di CO2, ma anche ottenere diversi vantaggi:
1. L’abbattimento dell’inquinamento acustico, perché le emissioni sonore del motore ibrido sono molto più basse di quello tradizionale. 

2. La guida metropolitana, perché il motore dell’auto ibrida si adatta ottimamente agli spostamenti brevi all’interno del caotico traffico cittadino.

  3. La facilità di manutenzione del veicolo, inoltre, è confrontabile con quella classica a cui si è abituati a sottoporre le proprie vetture.

Meno inquinamento, più vantaggi. 

Chi sceglie un’auto ibrida, sceglie di consumare meno carburante e ridurre l’inquinamento. Un’auto ibrida aiuta a ridurre i consumi e la relativa spesa.
Infatti, uno dei vantaggi principali di un’auto ibrida è l’esenzione fiscale. L’auto mista offre dei benefici considerevoli, anche se differenti da regione a regione.
Inoltre, sono molto comode da guidare: le emissioni sonore si riducono e il motore a scoppio permette di avere buone prestazioni sulla distanza.
Riassumendo, i vantaggi di avere un’auto ibrida si possono classificare in questi punti:
Risparmio.
Il bollo di un’auto ibrida costa meno perché calcolato solo sulla potenza dei cavalli erogati dal motore termico.
Mobilità
A seconda delle ordinanze comunali, le vetture ibride sono autorizzate a passare il varco ZTL senza pagare alcun pedaggio o in una forma ridotta. Ecologia.
Le auto ibride sono ecologiche perché la CO2 rilasciata nell’ambiente è più bassa. La presenza del motore elettrico integrato limita il consumo di carburante.
Inoltre, è stato dimostrato che i guidatori delle auto ibride sono molto più rilassati rispetto a chi guida macchine tradizionali.

Ibrido e ibrido plug-in: somiglianze e differenze

La macchina ibrida e l’auto ibrida plug-in sono entrambe veicoli con emissioni di CO2 molto basse e dai consumi di carburante contenuti, ma differiscono nel loro funzionamento.
L’auto a sistema ibrido plug-in rappresenta un’ulteriore evoluzione dell’auto ibrida ed è l’insieme di una macchina ibrida ed elettrica. Un’auto ibrida plug-in può anche utilizzare con efficienza un motore a benzina come fosse un’auto ibrida. In questo modo, l’automobilista non è più preoccupato di esaurire la carica elettrica quando percorre tragitti lunghi.
L’introduzione della “presa” per la ricarica (plug-in) rende le ibride molto più versatili. La modalità di ricarica supplementare permette di non dover dipendere dal motore, dando la possibilità di ricaricare la batteria anche da casa e di sfruttare la carica il giorno successivo, aumentando l’autonomia dell’auto e abbassandone i consumi.

La vera differenza tra auto ibrida e auto ibrida plug-in è che quest’ultima per ricaricarsi non ha bisogno di un motore a combustione interna ma può utilizzare una fonte di energia elettrica esterna.

Un alleato per l’ambiente

L’auto ibrida è la scelta migliore per chi cerca un’auto funzionale e rispettosa dell’ambiente. Anzi, possiamo dire che l’ibrido è un vero e proprio alleato della natura, molto di più delle macchine tradizionali. Con le auto ibride le emissioni nocive vengono ridotte al minimo, perché il loro motore è supportato da un motore elettrico e per questo è più ecologico di un motore tradizionale.
La riduzione delle emissioni allo scarico della CO2 è proporzionale al calo del consumo di carburante consentito dal sistema ibrido. La perfetta combinazione di un motore elettrico e di uno a benzina comporta un livello di emissioni incredibilmente basso per una vettura familiare.
Se le auto fossero tutte ibride si eviterebbero ogni anno 247 milioni di tonnellate di CO2 in atmosfera. La presenza del motore elettrico integrato limita il consumo di carburante necessario per quello termico.
La tecnologia ibrida fa la differenza soprattutto nel circuito urbano, dove un secondo motore silenzioso a emissioni zero diventa un prezioso alleato per l’ambiente.

Un futuro sempre più green

L’elettrificazione è sempre stata nei pensieri di FCA, che ha diversi piani per il futuro dell’ibrido. Un ruolo fondamentale per l’elettrificazione ce l’ha sicuramente Fiat che proporrà il prossimo anno la Fiat 500 e la Panda Hybrid.
Il Mild Hybrid, che tradotto significa “ibrido mite”, non è ancora un prodotto molto conosciuto, ma si tratta di una motorizzazione destinata a entrare nella vita quotidiana delle persone.
L’ingresso del Mild Hybrid riduce in maniera considerevole l’unità elettrica che verrà incorporata al posto dell'alternatore. Il suo motore garantisce un maggiore rispetto per l’ambiente contribuendo al futuro abbattimento delle emissioni CO2 nell’ambiente. Ma il Mild Hybrid conviene anche da un punto di vista economico, visto che può assicurare un risparmio che si attesta in generale fino al venti per cento in meno

metano

Scopri la nuova Panda Hybrid

ds

Scopri la nuova 500C Hybrid

dsf
Scopri